press to zoom

press to zoom
1/1

Gabriele D'Annunzio e l'Abruzzo | 5 giorni - 4 notti

DA €000,00 a persona

prezzo per persona in camera doppia

Partenze garantite.png
Tour di gruppo a date fisse.png

Tour di 5 giorni

Cultura locale

1/2 pensione

Trasporto 

Biglietti inclusi

TEMA DEL TOUR: Arte - Storia - Enogastronomia - Natura

1° giorno: Francavilla al Mare
Partenza in treno da Roma Termini dopo esser stati trasportati con minivan presso la stazione alla volta di Pescara. Arrivo a Pescara, assistenza e trasferimento con pullman privato in albergo a Francavilla al Mare.
Sistemazione nelle camere riservate.

Cena e pernottamento.


2° giorno: Tour dell’olio e del vino: Loreto Aprutino - Il Segreto meglio custodito d’Italia: Città S. Angelo
Prima colazione in hotel. Attraverso ridenti strade costeggiate da vigneti e uliveti raggiungerete Loreto Aprutino, la città dell'olio che D’Annunzio, in alcune pagine del “Trionfo della Morte”, tratteggia con il mito e la tradizione del vecchio Abruzzo che ancora sopravvive, nella festa del bue di San Zopito. Qui la guida locale vi accompagnerà alla scoperta del borgo e dei suoi monumenti.

A seguire, un maestro oleario vi spiegherà le tecniche della coltivazione dell’ulivo e della spremitura, vi farà degustare l'olio extra-vergine d'oliva "Aprutino-Pescarese" che ha avuto riconoscimenti in Barbella, D’Annunzio, Michetti ed altri illustri estimatori e che ha ottenuto nel 1996 il marchio D.O.P. denominazione di origine protetta. A fine visita vi trasferirete presso l’azienda agricola Contesa di Collecorvino, dove un componente della famiglia Pasetti, viticoltori d’Abruzzo da generazioni, vi accompagnerà nella visita dell’azienda durante la quale vi sarà spiegato le tecniche per la coltivazione della vite e della successiva vinificazione.
Successivamente, nella sala degustazione della cantina, vi verrà offerto un aperitivo con assaggi di tre tipologie di vino d’annata ed una riserva, accompagnati da stuzzicheria con pane e olio, formaggi e salumi locali. Pomeriggio dedicato alla visita di uno dei borghi più belli d’Italia, Città S. Angelo incantevole cittadina con una struttura urbanistica medievale. Offre belle testimonianze artistiche, tra cui la collegiata di San Michele, con portale ogivale del ‘300 e portico del ‘400, poi rimaneggiato; San Francesco, con un notevole portale trecentesco; Santa Chiara, chiesa duecentesca a pianta triangolare; Sant’Agostino, chiesa del XIV secolo con facciata settecentesca. Cena e pernottamento in hotel.


3° giorno: La Costa dei Trabocchi
Prima colazione in hotel. Trascorrerete questa bella giornata sulla Costa dei Trabocchi, tratto di mare Adriatico a sud di Pescara particolarmente amato da D’Annunzio. La prima tappa si farà al Mu.Mi di Francavilla al Mare per farvi vivere il clima gravitante del “cenacolo michettiano” esperienza che rimane unica nella storia dell’arte italiana moderna: quella del cenacolo artistico dove per circa un decennio quattro grandi artisti abruzzesi: Gabriele D’Annunzio, Francesco Paolo Michetti, Francesco Paolo Tosti, Costantino Barbella si scambiarono idee, esperienze, tecniche dei loro mestieri. Qui ammirerete le due grandi tele de “Le Siepi” e “Gli Storpi” di Francesco Paolo Michetti. Proseguimento per Ortona, città abruzzese più colpita dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, per scoprire la personalità di Francesco Paolo Tosti amico del Vate e anch’egli, insieme ad altri artisti e intellettuali, fu assiduo ospite presso il “cenacolo michettiano”. Visiterete il Castello Aragonese, Palazzo Corvo che è sede dell’Istituto Nazionale Tostiano e del museo musicale, la cattedrale di San Tommaso che conserva le reliquie del Santo Apostolo. 
Successivo viaggio lungo la Costa dei Trabocchi, dove D’Annunzio si ritirò per la stesura del “Trionfo della Morte” nell’estate del 1889. Sosta a San Vito Chietino borgo marinaro dove potete consumare il pranzo con specialità street food in uno dei diversi locali che servono ottime fritture di pesce. Nel pomeriggio giungerete all’abbazia romanica di San Giovanni in Venere a Fossacesia, dalle forti influenze borgognone e di chiara impostazione cassinese. Gabriele D’Annunzio era solito frequentare questo luogo, ed in particolare amava soffermarsi incantato, a goderne il panorama su una sedia semicircolare che, venne ribattezzata in seguito “Esedra del Vate”. Prima del rientro in hotel visiterete un tipico trabocco, straordinaria macchina da pesca così descritta da D’Annunzio nel Trionfo della Morte: «Dall’estrema punta del promontorio destro, sopra un gruppo di scogli si protendeva un trabocco, una strana macchina da pesca, tutta composta di tavole e di travi, simili ad un ragno colossale...». Qui il traboccante, con situazione climatiche favorevoli, vi mostrerà il funzionamento calando la rete e vi offrirà un aperitivo.

Cena e pernottamento in hotel.


4° Giorno: La Città di Pietra: Guardiagrele – Casoli
Prima colazione in hotel. Partenza per Guardiagrele, la città di Pietra, così descritta da D’Annunzio nel suo romanzo il Trionfo della Morte pubblicato nel 1894. E’ uno dei borghi più belli d’Abruzzo che, assieme al territorio circostante, rappresenta un polo molto interessante per la cucina, le produzioni eno-gastronomiche e l’artigianato. La visita del centro vi regalerà belle emozioni e piacevoli sorprese: Varcata la porta S. Giovanni, affiancata da botteghe di fabbri rinomati, vi immergerete in un tessuto di vie antiche in cui si aprono vetrine di golosità autentiche tra splendide architetture di pietra della Maiella, come la splendida facciata gotica della chiesa di S. Maria Maggiore, colme di tesori d’arte. Una tappa obbligata è rappresentata dalle pasticcerie del centro dove potrete gustare le “sise delle monache”, specialità dolciaria del luogo. Pranzo in un ristorante tipico. Pomeriggio visita di Casoli centro culturale della vallata dell’Aventino, tanto da meritarsi l’appellativo di “Atene d’Abruzzo” per il ricco fermento culturale vissuto tra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900, allorquando, Gabriele D’Annunzio e gli amici del circolo di Michetti erano soliti essere ospitati presso il Castello Ducale. Visita del Castello legato alla famiglia Masciantonio che ne rimase proprietaria fino al 1981 e che ospitò ripetutamente Gabriele D'Annunzio, assegnandogli una personale camera da letto. Nella camera sono ancora visibili gli appunti del Vate scritti sulle pareti. Nella “Stanza del Silenzio” è presente una mostra permanente sui protagonisti del “Cenacolo Abruzzese”, abituali ospiti di Pasquale Masciantonio, tra cui D’Annunzio, Michetti, Tosti, Barbella, Scarfoglio, Serao. Casoli dal 2006 aderisce all’Associazione Nazionale “Città dell’Olio”, a fine tour, prima del rientro in hotel, è prevista la visita in una delle aziende olivicole che producono un olio extravergine di oliva di elevatissima qualità. Qui vi sarà offerta una degustazione di olio.

Cena e pernottamento in hotel.


5° giorno: Pescara la città natale del Vate
Prima colazione in hotel. La mattina sarà dedicata alla visita della città natale di Gabriele D’Annunzio che inizierà dall'Aurum, ex Kursaal, inizialmente luogo di incontro e svago della ricca borghesia del tempo, in seguito distilleria e oggi luogo di cultura e arte della città. Si proseguirà ammirando alcuni dei più importanti villini liberty risalenti agli inizi del '900 dell'area del parco della pineta D’Avalos, dal nome della famiglia che possedeva il marchesato di Pescara. Il parco oggi denominato “Pineta Dannunziana” fu intitolato al figlio più illustre della città nel 1912, dopo che vi era stata allestita la messinscena della tragedia pastorale di D'Annunzio “La figlia di Iorio”, manifesto culturale dell'Abruzzo. Da qui raggiungerete il futuristico Ponte del Mare, il più grande ponte ciclo-pedonale italiano e uno dei maggiori in Europa. Infine arriverete nel centro storico della città dove visiterete la cattedrale di San Cetteo, all’interno della quale è collocato il monumento funebre di Luisa De Benedictis, madre di D’Annunzio; il Museo Casa Natale di Gabriele d'Annunzio, dove il poeta nacque e trascorse la sua infanzia. Percorrendo le due 
strade parallele di Corso Manthonè e via delle caserme, affiancando l’edificio delle caserme borboniche giungerete a Piazza Unione, dove vi soffermerete sul monumento dedicato ad Ennio Flaiano.

La quota comprende:

Trasferimento da sotto casa fino alla stazione Termini e VV;

Biglietto del treno Roma>Pescara e ritorno;

Trasferimento dalla Stazione di Pescara fino all'hotel e ritorno;
Sistemazione in hotel 4 stelle in camere doppie con servizi privati;
Trattamento di quattro mezze pensioni in hotel;
Laboratorio dell’olio con degustazione a Loreto Aprutino;
Degustazione/aperitivo presso l’azienda agricola Contesa;
Esperienza della pesca su un trabocco;
Aperitivo su un Trabocco;
Degustazione delle “sise delle Monache” a Guardiagrele;
Pranzo in ristorante tipico a Guardiagrele;
Degustazione di olio in frantoio a Casoli;
Bevande ai pasti;
Tutte le visite indicate in programma con guide locali ed auricolari senza fili.


La Quota non Comprende:
Eventuale tassa di soggiorno;
Ingressi;
Mance;
Tutto quanto non espressamente indicato nella voce la quota comprende.


Riduzioni:
Letto Aggiunto Bambini da 2 a 8 anni 30%;
Letto Aggiunto adulti 10%.


Supplementi:
Camera Singola + 30%.

La cattura di un pesce

Passerai una vacanza indimenticabile!

Prenota

Assicurati il posto...